Come suonare le scale al Pianoforte

Esercizi di tecnica per la velocità

YouTube player

In questa lezione affronteremo una serie di esercizi per migliorare lo studio e la pratica delle scale al pianoforte, in particolare vedremo come utilizzare il metronomo nello studio delle scale, come sviluppare varie suddivisioni ritmiche e come utilizzare vari tipi di articolazione.

In questa lezione non parleremo di teoria di costruzione delle scale e non vedremo la diteggiatura da utilizzare. Ho già trattato questi argomenti in precedenza in alcune lezioni del blog di Pianoforte Web che puoi recuperare cliccando qui.

In questo caso prenderemo ad esempio la scala maggiore e come tonalità quella di Si ma gli esempi di questa lezione possono essere applicati a tutte le tipologie di scale al pianoforte.

Come già citato, in questi esempi utilizzeremo il metronomo. Ti consiglio di utilizzarlo in generale ogni volta che pratichi le scale.

Solitamente il metronomo viene impostato facendo corrispondere ogni click ad ogni battito della battuta, quindi se pensiamo ad un tempo di 4/4, ogni click corrisponde ad una semiminima (un click = un quarto).

Suonare le scale a tempo: uso del metronomo e suddivisioni ritmiche

In questo primo esempio ho impostato il metronomo a 100 bpm.

Come primo passaggio suonerò ogni nota in corrispondenza del click del metronomo. Quindi la suddivisione ritmica sarà a semiminime.

Possiamo poi suddividere questa pulsazione in valori di durata sempre più piccoli, quindi la prima suddivisione che andiamo a fare sarà quella in ottavi.

In questo modo io suonerò due note ad ogni click del metronomo .

Proseguendo possiamo suddividere ulteriormente la pulsazione in gruppi da tre, quindi in terzine. Stavolta mi muoverò su un’estensione di tre ottave e ad ogni click del metronomo suonerò tre note.

L’ultimo gruppo di suddivisione che andiamo a vedere è quello dei sedicesimi.

In questo caso ad ogni click del metronomo corrisponderanno quattro note, quindi ci muoveremo su un’estensione di quattro ottave.

Suonare le scale nel Jazz: il metronomo su secondo e quarto movimento

Negli esempi precedenti il metronomo viene utilizzato in modo “classico” ma in questo esercizio si utilizza il metronomo sul “due” e sul “quattro”, cioè considerando il click in corrispondenza del 2° e 4.º battito della battuta.

Per rispettare la stessa velocità utilizzata fino ad adesso (100 bpm), in questo esempio devo impostare il metronomo a 50 bpm .

Se voglio suddividere ulteriormente e suonare due note per ogni click del metronomo, dovrò dimezzarne la velocità.

Quindi per prima cosa ti consiglio di ascoltare il metronomo e di focalizzarti sui battiti posizionati sul 2 e sul 4 della battuta.

Poi, solo dopo aver preso confidenza con il metronomo, si passa all’esecuzione della scala con una suddivisione ritmica in ottavi, prestando attenzione al click sul 2° e 4.º movimento della battuta.

Questo modo di utilizzare il metronomo sul 2° e 4.º movimento della battuta è particolarmente utile per sviluppare lo swing ed i linguaggi jazzistici al pianoforte.

Articolazione delle scale: Staccato e Legato

In questo esempio vediamo invece come applicare vari tipi di articolazione allo studio delle scale al pianoforte.

Negli esercizi precedenti ho utilizzato un’articolazione in legato. In questo caso invece, suoniamo la scala in modo staccato. Per farlo continuo ad utilizzare il metronomo con la pulsazione sul 2 e sul 4.

Puoi progredire utilizzando una combinazione tra legato e staccato, quindi eseguendo le prime due note in legato e le due note successive in staccato.

Puoi combinare a tuo piacimento le varie modalità di alternanza tra note legate e note staccate.

Ti consiglio in ogni caso di aumentare la difficoltà solo una volta che le tue dita saranno precise sui tasti ed il movimento delle mani risulta fluido.

Esercizio sulle scale per l’improvvisazione

In questo ultimo esempio, vediamo un esercizio che sarà molto utile poi per applicare lo studio delle scale all’improvvisazione al pianoforte.

L’esercizio consiste nel suonare la scala maggiore partendo da ogni nota della scala, poiché nell’improvvisazione non sempre sarà possibile iniziare dalla fondamentale della scala, ma potremo partire da qualsiasi nota.

In questo caso prendiamo l’estensione di un’ottava a partire da Si fino al Si successivo nell’ottava sopra, quindi in modo ascendente e poi suoniamo in modo discendente a partire dalla nota successiva, il Do diesis fino al Do diesis che si trova un’ottava sotto. Poi suoneremo da Re diesis fino a Re diesis nell’ottava sopra in modo ascendente poi da Mi al Mi all’ottava sotto in modo discendente e così via, a partire da ogni nota della scala.

Vediamo l’esercizio completo sulla scala di Si maggiore. Anche in questo esempio si utilizza il metronomo sul 2 e sul 4.

Come imparare tutte le scale maggiori?

Se vuoi approfondire lo studio delle scale scopri il corso Scala Maggiore disponibile su Pianoforte Web Academy:

  • imparerai a memorizzare e visualizzare le scale in tutte le tonalità;
  • la tecnica e la diteggiatura a 1 e 2 ottave di tutte le scale
  • gli esercizi di visualizzazione avanzata per l’improvvisazione

Condividi questo articolo:

Articoli suggeriti:

Scrivi un commento su questo articolo:

Responses