5 Melodie al Pianoforte con solo 3 Note

Impara a comporre 5 idee melodiche al pianoforte utilizzando solo 3 note. Espandi questi esercizi e crea numerose variazioni.

5 Melodie al Pianoforte con solo 3 Note 🎹

Acquista lo spartito completo con i 5 esempi di questa lezione. Lo spartito in PDF comprende la scrittura per pianoforte in doppio pentagramma e le sigle degli accordi.


In questa lezione impariamo a costruire delle semplici melodie con solo 3 note.

Vedremo come iniziare con un’idea di base e da questa espandere le possibilità creando delle variazioni.

La cellula melodica di partenza è composta dalle note: SI, DO, SOL.

Da questa cellula melodica di base creiamo delle variazioni intervenendo su una serie di parametri.

I parametri sui quali possiamo intervenire sono quelli di:

  • Direzione: ascendente o discendente
  • Ordine: l’ordine di distribuzione delle note all’interno della frase
  • Ripetizione: la ripetizione di una o più note all’interno della frase
  • Ritmica: differenziare i valori di durata delle note all’interno della frase

Con questi parametri ho sviluppato 5 idee diverse con le 3 note: SI, DO, SOL.

Prima di costruire le melodie, analizziamo la progressione di accordi sulla quale si sviluppano.

Non dimentichiamoci che ogni nota acquisirà una sonorità diversa sulla base dell’accordo che la sostiene. Il rapporto verticale che si instaura tra armonia e melodia, ci farà percepire la stessa idea melodica in modo a seconda del posizionamento sull’accordo.

Analisi della struttura armonica

Gli esempi che ti propongo in questa lezione si sviluppano tutti sulla stessa sequenza di accordi.

Ho scelto una struttura armonica molto semplice e allo stesso tempo molto diffusa che ritengo adatta per iniziare a sviluppare delle idee melodiche.

Si tratta di 3 accordi sviluppati su 4 battute in cui nell’ultima battuta si ripete il primo accordo.

Gli accordi sono: La minore, Fa maggiore, Sol maggiore.

Accordi – “5 Melodie al Pianoforte con solo 3 Note”

L’assenza della cadenza V – I rende quesa progressione ambigua dal punto di vista della tonalità. Possiamo infatti considera questi 3 accordi come VI | IV | V | VI della tonalità di Do maggiore oppure come I | VI | VII | I della relativa minore ossia della tonalità di La minore. In questo secondo caso la scala di riferimento è quella di La minore naturale.

Per semplificare la visualizzazione e concentrarci sui nostri scopi, consideriamo la sequenza di accordi in tonalità di Do maggiore.

Accompagnamento della mano sinistra

La mano sinistra suonerà questi accordi in forma di arpeggio a parti aperte con l’aggiunta della nona.

Ti ricordo che per visualizzare velocemente la nona di ogni accordo puoi pensare alla seconda trasportata un’ottava sopra. Osserviamo la disposizione delle note con gli accordi in forma add9.

Accordi add9 – “5 Melodie al Pianoforte con solo 3 Note”

Lo studio dell’arpeggio in forma add9 per la mano sinistra è trattato in modo approfondito nel corso “Accompagnare al Pianoforte Vol.2″.

Idea Melodica N°1 – “5 Melodie al Pianoforte con solo 3 Note”

Nel primo esempio suoniamo queste le tre note in senso ascendente in questo ordine: Si, Do, Sol. L’indicazione di tempo è in 4/4 e per suonare questa ripetizione in modo simmetrico, avremmo bisogno di suddividere le note in quattro gruppi di terzine. La suddivisione ritmica delle note è invece in sedicesimi, quindi dobbiamo creare un’asimmetria nella distribuzione ritmica delle nota.

Le 3 note sono raggruppate in 3 gruppi con questa suddivisione: 3, 3, 2. L’efficacia di questa suddivisione è data dall’alternanza del posizionamento ritmico all’interno della battuta della nota Do.

Su questa nota sarà posto un leggero accento sulla prima nota della prima quartina, sulla quarta nota della prima quartina e sulla terza nota della seconda quartina. ripetiamo questa sequenza per due volte.

Nell’esempio sottostante riporto l’applicazione di questa idea ritmica con le note Si, Do, Sol.

Se analizziamo le note raggruppate a quartine possiamo notare che siamo in presenza di due cellule melodiche diverse che contengono la ripetizione di una nota.

  • Cellula 1 Do, Si, Sol, Si
  • Cellula 2 Do, Sol, Si, Do

Suona questa melodia con la mano destra e in un secondo momento suona a mani unite con l’arpeggio a parti aperte dell’accordo nella mano sinistra.

Idea Melodica N°2 – “5 Melodie al Pianoforte con solo 3 Note”

L’esempio numero 2 consiste nella stessa idea ritmica precedente ma con una variazione nella direzione e nell’ordine delle note.

Iniziamo con la nota Do e poi suoniamo in modo discendente le note Si, Sol.

Anche in questo esempio abbiamo due quartine con 2 cellule melodiche distinte.

  • Cellula 1 Do, Si, Sol, Do
  • Cellula 2 Si, Sol, Do, Si

Idea Melodica N°3 – “5 Melodie al Pianoforte con solo 3 Note”

Nell’esempio numero 3, oltre a creare delle variazioni nella direzione e nella distribuzione delle note, abbandoniamo l’idea ritmica precedente e affianchiamo due diverse quartine che si ripetono nella battuta.

Le note che compongono le due cellule melodiche sono le seguenti:

  • Cellula 1 Do, Sol, Si, Sol
  • Cellula 2 Si, Sol, Do, Sol

Idea Melodica N°4 – “5 Melodie al Pianoforte con solo 3 Note”

Suoniamo una sequenza di note discendenti che si ripete nello stesso modo per quattro volte. La quartina prevede la ripetizione di una delle 3 note nell’ottava inferiore.

Le note sono distribuite in questo ordine: Sol, Do, Si, Sol.

Idea Melodica N°4 – “5 Melodie al Pianoforte con solo 3 Note”

L’ultima melodia si distingue dalle altre per la varietà ritmica e per il fatto di essere composta da una sola cellula melodica che si sviluppa in tutta la battuta.

Le note sono disposte nello stesso modo del primo esempio: Si, Do, Sol, suonate in modo ascendente.

A rendere interessante questa frase è la figura ritmica che gioca sull’alternanza del posizionamento della nota all’interno della quartina di sedicesimi. In questo caso però non viene evidenziata dagli accenti ma dai valori di durata stessi. All’interno della battuta non si contano infatti 16 note ma bensì solo 9.

Conclusioni

In questa lezione hai imparato a comporre delle semplici (ma efficaci!) melodie con solo 3 note e come sviluppare le idee partendo da una cellula melodica di base.

La caratteristica di queste melodie è data dalla ripetizione di una stessa melodia su accordi diversi.

Divertiti a creare delle composizioni che utilizzano questi stessi principi. Sviluppa le idee con le tecniche di variazioni melodiche che hai imparato in questa lezione e scrivi la tua prima composizione originale.


Acquista lo spartito completo con i 5 esempi di questa lezione. Lo spartito in PDF comprende la scrittura per pianoforte in doppio pentagramma e le sigle degli accordi.


Condividi questo articolo:

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Articoli suggeriti:

Scrivi un commento su questo articolo:

3 responses on "5 Melodie al Pianoforte con solo 3 Note"

  1. Molto Istruttivo. Potrebbe essere considerato anche una forma di accompagnamento ?

  2. Molto Istruttivo. Potrebbe essere considerato come una forma di accompagnamento ?

Leave a Message